Accessori per una bici da cicloturismo – La dotazione minima

Pronti a partire per la vostra avventura in bici? Si? Ma siete sicuri di avere con voi la dotazione minima per viaggiare in tutta sicurezza?

Vediamo insieme cosa proprio non dove mancare sulla vostra bici prima di partire per un viaggio.

In quest’occasione tralascio deliberatamente di parlare delle borse, anche perché ne abbiamo già ampiamente parlato in questi due articoli (Borse da biciclettaPianificare un viaggio in bicicletta – Configurazione della bici) ma vi voglio parlare di alcuni accessori che ogni cicloturista dovrebbe avere con se durante un viaggio.

Il Ciclocomputer

Potrebbe sembrare un accessorio superfluo, ma non è così. Sapere sempre quanta strada abbiamo percorso e quanta ancora ne dobbiamo fare ci può aiutare a dosare lo sforzo e quanto tempo ancora dovremo restare in sella. Inoltre, i moderni ciclocomputer sono dotati di funzioni interessanti ed utili quali, il GPS, l’altimetria, la possibilità di controllare la frequenza cardiaca ed altro.

Il Campanello

Qui alcuni amici ciclisti sorrideranno, ma non va sottovalutato che il codice della strada prevede espressamente che le bici siano dotate di campanello (Art. 68 D.Lgs. N.285 del 30/04/1992 “Dispositivi di equipaggiamento dei velocipedi”). L’utilità del campanello è evidente quando percorrete vie ciclo-pedonali che prevedono la convivenza tra pedoni e ciclisti, dove una piccola scampanellata può rendere più facile la convivenza. Per i più esigenti, oggi vi sono anche campanelli che passano assolutamente inosservati su un manubrio.

Il Faretto

Sarebbe meglio dire i faretti, infatti, sempre secondo il nuovo codice della strada, tra le dotazioni obbligatorie per le biciclette c’è “anteriormente di luci bianche o gialle, posteriormente di luci rosse e di catadiottri rossi“.

Lo Specchietto

Ecco un’altro di quegli accessori che spesso vengono sottovalutati dai cicloturisti ma che una volta provati non si torna più indietro. Lo specchietto ci permette di verificare sempre il sopraggiungere di veicoli alle spalle, senza doverci per forza girare (con tutti i rischi del caso), inoltre è utile anche per verificare la posizione dei compagni di viaggio rimasti indietro.

Clicca Mi Piace e Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *