Borse da bicicletta

Quando si viaggia in bici è importante scegliere le giuste borse, una scelta assolutamente non banale.

Se optiamo per borse troppo piccole avremo sicuramente una bici più compatta e maneggevole ma rischiamo di non riuscire a portare con noi tutto il necessario. D’altro canto se scegliamo borse troppo grandi rischiamo di sovraccaricarci e portare con noi oggetti che non useremo.

Quindi è bene riflettere su cosa portare con noi di essenziale e cosa potrebbe tornare utile durante il viaggio e sulla base di questo scegliere le borse adatte.

Le borse da bici sono di vario tipo in base al punto in cui vogliamo andarle a montare.

Borse laterali

Sono sicuramente il tipo di borsa da cicloturismo più diffusa. Si tratta di una scelta orientata sopratutto alla capienza, infatti questo tipo di borse hanno una capienza tra i 20 e gli 80 Litri (a seconda del modello).

Se ben fissate, le borse laterali risultano stabili anche se aumentano l’ingombro della bici. Un’aspetto poco considerato è anche il fastidio che questo tipo di borse possono darci quando siamo costretti a scendere dalla bici per spingerla a mano. Infatti in questi casi, borse troppo voluminose sui lati, andranno a colpire la gamba ad ogni passo.

Necessitano di un portapacchi al quale agganciarle e proprio il sistema di aggancio è il punto debole di queste borse, spesso troppo fragile per reggere il peso della borsa e le sollecitazioni del percorso. Per questo vi consiglio di scegliere borse di qualità con un sistema di aggancio più robusto.

Un consiglio, anche se le borse sono impermeabili è sempre meglio avere con se un copri borse impermeabile.

Tra i modelli più diffusi ci sono sicuramente quelle prodotte da Ortlieb e da Vaude.

Borse da manubrio

Si tratta soprattutto di un oggetto di “confort” perché sono le borse da manubrio che ci permettono di avere sempre a portata di mano gli oggetti di uso più frequente.

Poter accedere rapidamente a smartphone, portafogli e cartina è sicuramente una grande comodità e ci permette di non dover sempre scendere dalla bici.

La scelta non è comunque scontata e come sempre dipendere dalle nostre abitudini e da quanto è lungo il viaggio che vogliamo intraprendere. Va da se che non è molto sensato acquistare una borsa da manubrio molto grande e impermeabile se poi la utilizziamo solo per portafogli, smartphone ed occhiali.

Anche in questo caso è importante badare a materiali, capacità e soprattutto al sistema di attacco al manubrio, al fine di evitare che la borsa scivoli verso il basso (sopratutto se si tende a caricare la borsa) e che si muova lateralmente durante la pedalata, sopratutto su terreni sconnessi. Una soluzione potrebbe essere quella di scegliere una borsa dotata di attacco Klickfix.

Borse da bikepacking

Sempre più cicloturisti stanno adottando questa alternativa alle classiche borse laterali.

Più compatte, non necessitano di portapacchi o particolari attacchi e sopratutto non modificano l’ingombro laterale della bicicletta.

Molto diffusi tra i partecipanti alle randonnée, questi set non sono a buon mercato.

Come già detto questo tipo di borse non richiedono portapacchi o specifici attacchi, perché sono pensate per essere ancorate al telaio. Sono pensate per auto sostenersi, infatti tutto quello che riponiamo nelle borse funge da struttura portante, con specifiche cinghie che tengono tutto il più compatto possibile, riducendo l’afflosciamento della borsa negli spazi di vuoto. Inoltre generalmente sono realizzate in materiale anti-taglio e idrorepellente.

Le borse da bikepacking sono di vario genere:

  • Borse sottosella, sono le più comode e più usate con una capienza media tra gli 8 ed i 20 litri. Vengono fissate con velcro e nastri a clip. Fate attenzione alle indicazioni del produttore per essere sicuri di quale modello montare;
  • Borse da manubrio, tendenzialmente simili a quelle di cui già abbiamo parlato sopra, si differenziano però per la lunghezza e per la presenza di cinghie per ancorare sacco il pelo;
  • Borse da telaio, si inseriscono nello spazio del carro anteriore. In questo caso la scelta è più difficile perché le geometrie del carro anteriore variano da bici a bici, bisogna quindi accertarsi di scegliere una borsa da telaio adatta alla nostra bici e che non occupino lo spazio del portaborraccia.

Conclusione

Non esiste una regola generale per scegliere le borse per un viaggio in bici, l’unica soluzione è fare qualche prova. Solo con l’esperienza potrete identificare il giusto set di borse da viaggio, al quale apportare piccole modifiche di viaggio in viaggio a seconda delle necessità del percorso.

Clicca Mi Piace e Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *