Scienza: andare in bici è come un farmaco

Secondo una recente ricerca scientifica dell’ACSM (American College of Sports Medicine) andare in bici è come un farmaco.

La ricerca si riferisce a tutte le attività sportive di topi aerobico che “se praticate costantemente sono un’alternativa all’assunzione dei farmaci“.

Partiamo dal principio, in base al rapporto AIFA del 2016, sull’uso dei farmaci in Italia, tra i farmaci più utilizzati nel nostro paese troviamo i farmaci per il controllo del colesterolo, per l’ipertensione, per il sistema nervoso centrale (antidepressivi ed anti-epilettici).

Secondo la ricerca dell’ACSM la pratica costante di sport aerobico (come ciclismo, corsa ecc) permetterebbe di prevenire ed aiutare problemi quali:

  • depressione;
  • ipertensione;
  • osteoporosi;

favorendo nel contempo:

  • il miglioramento dell’assetto lipidico del sangue;
  • la capillarizzazione dei tessuti;
  • la riduzione della pressione arteriosa;
  • l’aumento della gittata cardiaca;
  • la riduzione della frequenza cardiaca a riposo e sotto sforzo;
  • l’aumento del tono muscolare di base;

Quindi perché non prendere in considerazione la pratica di uno sport aerobico, come il ciclismo, per evitare di dover ricorrere ai farmaci?

Clicca Mi Piace e Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *