Cammino di Santiago di Campostela in bicicletta – Tappa #4 – da Belorado a Castrojeriz

Quarta tappa del mio programma lungo il Cammino per Santiago de Compostela. Partenza da Belorado ed arrivo nel paesino di Castrojeriz dopo aver percorso 91 Km.

Una tappa lunga ma non troppo complicata e con tanto da vedere.

I primi 17 Km sono di quasi totale ascesa, con pendenza massima dell’8% (per circa 2 Km superata Vilafranca Montes de Oca fino all’Alto de Valbuena), seguiti da 14 Km di discesa. La Strada risale per circa 2 km, tra Atapuerca e Matagrande, per poi diventare una lunga e morbida discesa per oltre 30 Km attraversando la città di Burgos. Gli ultimi 30 Km attraversano l’altopiano della Meseta e sono caratterizzati da 3 sali-scendi che portano ripetutamente dai circa 830 m s.l.m. ai 900 m s.l.m.

Tosantos – Ermita de la Virgen de la Peña

5 Km – Poco fuori Belorado c’è il paesino di Tosantos. Qui, uscendo di circa 500 m dal cammino, è possibile visitare l’Ermita de la Virgen de la Peña (anche conosciuto come Ermita de Nuestra Señora de la Peña), splendido complesso rupestre parzialmente scolpito nella roccia.

12 Km – Superato il villaggio di Villafranca Montes de Oca inizia un tratto di salita relativamente impegnativa, con pendenze massime dell’8%, che porta fino all’Alto de Valbuena a 1162 m di altitudine (18 Km dopo la partenza).

24 Km – Nel mezzo del nulla troviamo il paese di San Juan de Ortega dove è possibile visitare l’omonimo monastero risalente al 1140 circa.

Scavi paleolitici di Atapuerca

30 Km – Arrivati ad Atapuerca dove è possibile visitare un famoso sito archeologico (visitabile) oggi patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Usciti da Atapuerca ci sono un paio di Km di salita abbastanza impegnativa fino alla Cruz de Atapuerca, una croce in metallo alla base della quale i pellegrini lasciano delle pietre.

34 Km – Giunti a Villalval è possibile procedere per Burgos scegliendo due diverse vie, la Nazionale 120 (quella che per noi è una Strada Statale) percorsa da camion ed auto oppure proseguire lungo i sentieri in terra battuta attraversando i paesi di Cardenuela Riopico, Orbeneja Riopico e Villafria. Io preferisco questa seconda opzioni, come è possibile vedere dalla mappa e dai tracciati GPS allegati a questo post.

La cattedrale di Burgos

52 Km – Il sentiero, in terra battuta, procede in discesa per circa 17 Km fino a Burgos, uno dei punti di sosta più apprezzati dai pellegrini del Cammino Francese. La città fondata nell’884 con lo scopo di creare un piccolo baluardo all’avanzata dei saraceni. Considerata una delle “capitali del gotico castigliano”. Circa 10 Km a nord di Burgos (fuori dalla rotta del Camino) c’è Vivar del Cid, città natale di Rodrigo Diaz, meglio conosciuto come El Cid Campeador.

64 Km – Superato Rabè de las Calzadas si entra nella Meseta, un altopiano considerato da alcuni una sorta di “deserto” per la scarsità di alberi e di fonti d’acqua, ma non fatevi spaventare.

72 Km – Superato l’altopiano della Meseta si giunge a Hornillos del Camino a 825 m s.l.m.

San Bol

79 Km – In fondo ad una vallata è possibile vedere il rifugio di San Bol. Posto molto caratteristico immerso tra gli alberi. Qui non troverete energia elettrica e la toilette è all’aperto, ma i molti pellegrini che vi si sono fermati lo descrivono come un posto magico.

Castrojeriz

92 Km – L’arrivo della tappa odierna è a Castrojeriz, piccolo paesino il cui nome probabilmente ha una derivazione romana Castrum Caesari. La città sorge sulle pendici di una collina sulla cui cima c’è un’antica rocca di epoca romana.

Informazioni tecniche

  • Lunghezza complessiva: 90,79 Km
  • Differenza altimetrica: 394 m
  • Ascesa totale: 1.089 m
  • Discesa totale: 1.052 m
  • Altitudine massima: 1.157 m
  • Altitudine minima: 776 m

Mappa

Altimetria

Link utili


<< Tappa #3 – da Logroño a BeloradoTappa #5 – da Castrojeriz a Terradillos de los Templarios >>


 

Clicca Mi Piace e Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *